“Inci dei prodotti & Cosmesi naturale

Molti di noi ignorano l’inci presente sulle etichtte dei cosmetici
che troviamo in commercio,e spesso la qualità di un prodotto viene
riconosciuta nelle informazioni spesso errate che ci vengono fornite
dalle pubblicità.Ma non tutti sanno che i prodotti più
costosi,pubblicizzati e usati non sono spesso efficaci e naturali come
ci vengono presentati.
L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è l’elenco
degli ingredienti presente sull’etichetta di tutti i cosmetici e sono
elencati in ordine di quantità ,al primo posto viene indicato
l’ingrediente presente in percentuale più alta e a seguire gli altri
fino all’ingrediente contenuto in percentuale più bassa.
Dal 1997 è obbligatorio riportare su ogni cosmetico immesso sul
mercato il proprio Inci.
Saper leggere un Inci è fondamentale per capire quali e come sono gli
ingredienti che quotidianamente applichiamo sulla nostra pelle e la
nostra cute,ma soprattutto per capire quali sono da evitare in quanto
a lungo andare si rivelano eccessivamente aggressivi per la nostra
pelle,provocando allergie ,irritazioni oltre a interferire con
l’idratazione cutanea.
Ecco un elenco di ingredienti presenti in shampoo,creme ecc:

– Additivi, emulsionanti
Alcuni ingredienti, contaminati da determinate sostanze, quali ad
esempio il cancerogeno 1,4 dioxane, possono concorrere alla formazione
di complessi nocivi. In discussione sono soprattutto gli ingredienti
che appartengono alle categorie con suffisso PEG, Eth, Oxynol.
Polyethyleneglycole (PEG)
Categoria di sostanze emulsionanti di sintesi. In detergenti e shampoo
sono utilizzate per ottenere emulsioni viscose, mentre nelle creme
consentono di ottenere emulsioni con effetto emolliente e umettante.
L’effetto è solo apparente, poiché non apporta effettiva idratazione,
nascondendo il reale stato della pelle. In particolare le pelli
sensibili o danneggiate devono evitare PEG6, PEG20, PEG 75.
Propylen glycol, Butylen glycol, Polypropylene glycol
Sono utilizzati come solventi e diluenti nelle emulsioni. Facilitano
la fluidità e la tenuta delle emulsioni, evitando la separazione dei
componenti. Hanno un alto grado di penetrazione nella pelle, per cui
vengono anche usati come veicolo di trasporto dei principi attivi.
L’uso continuo causa sensibilizzazione ed aumenta la permeabilità
della pelle. Il Propylen Glycol è anche utilizzato in fitocosmetica
per estrarre i principi attivi dalle piante.
Ethylene glycol
Solvente sintetico. Irritante, tossico. Nell’ambiente favorisce
inquinamento da ozono.

Conservanti
Kathon
È un conservante e battericida di sintesi ad ampio spettro, attivo
anche a bassi dosaggi, è considerato un forte sensibilizzante. Non è
ammesso in campo farmaceutico.
Quaternium 15
È costituito da un sale di ammonio quaternario. Conservante e
antisettico viene usato anche come disinfettante e deodorante in
detergenti e deodoranti. Rilascia formaldeide, è tossico e produce
sensibilizzazione.
Imidazolidinyl urea
È un conservante di sintesi che rilascia formaldeide. È ammesso in
cosmetica, ma non in farmaceutica. Causa sensibilizzazioni e allergie.
Diazolidinyl urea
Come il precedente, ma più forte.
Methyl paraben, Propyl paraben, Butyl paraben, Ethyl paraben.
La famiglia dei Parabeni costituisce il gruppo di conservanti più
utilizzati dall’industria cosmetica.
Possono dare luogo ad intolleranze, soprattutto alle pelli
particolarmente sensibili.

Tensioattivi
MEA/TEA/DEA (amine e amino derivati)
Sono sostanze che contengono Monoethanolamine (MEA), Triethanolamine
(TEA), Diethanolamine (DEA). Penetrando nella pelle possono dar luogo
alla formazione di nitrosamine (sostanze cancerogene) e a loro
depositi residuali. Si tratta di acidi grassi di sintesi o ricavati
dall’olio di cocco utilizzati come emulsionanti e/o schiumogeni.
Presenti in cosmetici, detergenti, shampoo e condizionatori, queste
sostanze si trovano combinate sia fra loro, sia con altri tensioattivi
o emulsionanti e sono facilmente assorbite dalla pelle. Sono inoltre
sensibilizzanti, tossiche e disidratanti. Favoriscono la formazione di
acne e forfora.
Appartengono a questa categoria:
Cocamide DEA, Oleamide DEA, Lauramide DEA .
Cocamide TEA, Oleamide TEA, Lauramide TEA .
Cocamide MEA, Oleamide MEA, Lauramide MEA .
Linoleamide DEA
Myristamide DEA
Stearamide DEA
DEA-Cethyl Phosphate
DEA-Oleth-3 Phosphate
TEA-Lauryl Sulfate
Thiethanoamine
Sodium Lauryl Sulfate (SLS), Amonium Lauryl Sulfate, TEA-lauryl
sulfate, Magnesium Laureth sulfate, MEA Laureth Sulfate
Sono tensioattivi di sintesi derivati dall’ossido di etilene,
utilizzati in detergenti, saponi, shampoo e bagnoschiuma. Sono
irritanti, disidratanti, comedogenici, favoriscono cioè la formazione
di acne e comedoni o punti neri; il danno dipende dalla loro
concentrazione nel prodotto e dalla durata del contatto. Provocano
alterazioni nell’epidermide e l’irritazione può non essere evidente
dopo l’uso, ma manifestarsi nel tempo. Si depositano sulla superficie
della pelle e nei follicoli.
Sodium laureth sulfate e Amonium laureth sulfate
Sono tensioattivi di sintesi derivati dall’ossido di etilene con
azione emulsionante e schiumogena. Aumentano la consistenza del
prodotto. Meglio tollerata dalla pelle rispetto alla precedente,
questa categoria di tensioattivi può causare irritazione, in
particolare agli occhi, in proporzione alla concentrazione.
Triclosan : presente soprattutto nei dentifrici,colluttori ,deodoranti
,è un battericida e antisettico e funziona con le stesse modalità di
attacco degli antibiotici.
Oltre ad essere tossico perchè si deposita nei tessuti molli del corpo
è la causa principale di tantissimi casi di fallimento di cure
antibiotiche, in quanto i batteri a lungo andare diventano immuni a
questo battericida.

L’alternativa a tutto questo è la Cosmesi Naturale!
E’ possibile preparare in casa cosmetici semplici bio e dalle tante
proprietà ,utilizzando ingredienti presenti in casa come piante e
frutta che contengono tantissimi principi attivi ottimi per la
nostra pelle, infatti sono ricche di sostanze antiossidanti in grado
di prevenire i danni provocati dai radicali liberi, ma anche altri
prodotti presenti in casa come spezie,farine,olii ,frutta possono
essere utilizzati per preparare creme,gel,shampoo,balsamo.
Seguite il nostro Blog vi forniremo tantissime ricette naturali per
preparare in casa i vostri cosmetici!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: