Il timo, un toccasana locale

Thymus vulgaris L.

Foglie

Il Timo è un’altra di quelle piante che molto facilmente possiamo trovare per le campagne e monti di tutta Italia, come anche in tutto il mediterraneo. Appartiene alla famiglia delle labiatee, fiorisce in primavera a partire dal mese di marzo.
La sua componente più importante è l’essenza che varia molto a seconda di dove è cresciuta la pianta, altitudine, periodo di raccolta. Il picco massimo che si può raggiungere è il 3% di essenza, essendo la pianta secca. Il suo componente principale è il timolo.

VIRTÙ

Il Dr. Leclerc rifacendosi a sua volta agli studi di Campardon riassume così le facoltà del timo: “La sua azione si manifesta sulla circolazione e sui centri nervosi stimolando il polso grazie ad un aumento della forza fisica, del tono morale e un ripristino della funzione digestiva. È dunque da consigliare in tutti quei casi nei quali si voglia stimolare la circolazione e l’organismo più in generale. In più tale pianta è dotata di qualità antisettiche ed antispasmodiche, ottima per le patologie dell’apparato respiratorio nel quale agisce sulle secrezioni e modera gli spasmi.” In molti lo consigliano contro la tosse, contro i vermi intestinali e anche come repellente per le zanzare.

USO

Il timo si può utilizzare in diverse forme: come infusione di fiori freschi o di foglie. Basteranno una decina di grammi di foglie in per 250ml di acqua. Una volta che si è fatto bollire l’acqua si spegne e si mettono in infusione le foglie durante una decina di minuti. Importante coprire il tutto per non perdere gli oli essenziali per evaporazione.
In cucina è ottimo nelle zuppe e nelle minestre. Ci si può aromatizzare l’olio semplicemente tenendone un buon ramo nella bottiglia di olio e lasciandolo riposare per un 15 giorni.
Ulteriore utilizzo: liquore alle erbe con

  • 15 gr. di salvia
  • 10 gr. di timo
  • 10 gr. di angelica

Si lascia il tuttto a macerazione nell’alcool durante 40 giorni e notti. Bottiglia all’ingiù, si rimuove dolcemente tutti i giorni senza agitare.
Dopo i 40 giorni si filtra il liquido e si aggiungono 400 gr. di zucchero.

L’olio essenziale di timo (lo potete trovare in negozio) è ottimo in aroma terapia, quindi per essere fatto bruciare nei brucia essenze. Serve per stimolare concentrazione, sanifica l’ambiente grazie alle sue proprietà antisettiche di cui abbiamo parlato sopra.
Può anche essere diluito in un bagno (5 gocce basteranno) che si rivelerà un bagno tonificante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • maggio: 2012
    L M M G V S D
    « Apr   Giu »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: