Il Karkadè una bevanda per l’estate ricca di proprietà benefiche

Visto che abbiamo parlato di come preparare un buon tè freddo adesso dobbiamo anche sapere quali bevande preparare.
In realtà tutti i tè possono essere fatti freddi….ma ce ne sono alcuni che vengono meglio; uno di questi è sicuramente il karkadè, e se siete andati mai in Africa nel periodo primavera-estate probabilmente lo sapevate già.
Eh si perché i cari amici africani ne bevono veramente tanto considerando che è un ottimo dissetante e che con due/tre cucchiai di foglie puoi ricavarne un litro di bevanda.

                                 MA COS’E’ IL KARKADE’?

Il karkadè è un infuso di fiori di ibisco, pianta della famiglia delle malvacee, originaria dell’Africa tropicale.

L’origine della parola deriva dal nome “karkadeb” con cui la pianta è chiamata nel dialetto Tacruri, in Etiopia. Dall’infusione dei suoi petali si ottiene una bevanda rinfrescante e dissetante, lievemente acidula e dall’inconfondibile colore rosso.
Oggi la scienza ci dice che le sue proprietà sono numerose: una delle ultime ricerche in ordine di tempo ha evidenziato l’effetto ipocolesteromizzante di tale bevanda. In pratica ridurrebbe gli accumuli di colesterolo nel sangue riportandolo a livelli normali.
Un’altra proprietà notevole è quella ipotensiva.Riportiamo di seguito un riassunto di uno studio, pubblicato su Circulation, condotto dai ricercatori della Tuft University di Boston che “hanno sottoposto ai test un gruppo di 65 volontari tra i 30 e i 70 anni con livelli di ipertensione arteriosa lievi o moderati. I partecipanti hanno bevuto 3 tazze al giorno di infuso di ibisco per 6 settimane: rispetto al gruppo di controllo è stata riscontrata una riduzione della pressione sistolica media del 7,2%. In particolare, nei soggetti con alti valori di ipertensione la riduzione è arrivata al 13,2%.
I risultati concordano con l’esito, pubblicato recentemente sul Journal of human hypertension, dei test condotti su pazienti diabetici ipertesi da un team di ricercatori iraniani: secondo i dati emersi dallo studio, infatti, bere due tazze al giorno di infuso di ibisco ha comportato una consistente riduzione dei valori della pressione sistolica.
Le proprietà del karkadè appaiono quindi importantissime, soprattutto tenendo conto che è stato calcolato che la diminuzione della pressione sistolica, anche di soli 3 mm di Hg, è associata alla diminuzione del rischio di mortalità per ictus dell`8% e per patologie coronariche del 5%.
La bevanda non ha effetti collaterali a oggi riscontrati, e presenta un lungo elenco di caratteristiche salutari: è diuretica e digestiva, ha proprietà antisettiche per le vie urinarie, regolarizza la funzione epatica, è antinfiammatoria, lenitiva e vitaminizzante. Inoltre è molto dissetante (in Egitto viene consumata sia calda che fredda per combattere disidratazione e sete) e sotto forma di infuso ha anche leggere proprietà lassative.”

A tutto questo si aggiunge l’ottimo sapore della bevanda, il suo alto contenuto di vitamina C, antiossidanti in forma di polifenoli e flavonoidi…insomma un toccasana per l’estate.

Per ulteriori informazioni sul prodotto ed eventuale acquisto potete consultare la sua scheda sul sito di terza luna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • giugno: 2012
    L M M G V S D
    « Mag   Lug »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: