Incensi

L’incenso è una resina solidificata che nasce dalle secrezioni delle piante della famiglia delle burseracee.

Se volete saperne di più, andate sui nostri articoli:                           

Le resini di Terza Lune sono:

  • Borena (Boswellia neglecta)La Boswellia neglecta, che dà origine all’incenso chiamato comunemente borena, è una pianta che può arrivare fino ad un’altezza di 6 metri, e cresce nelle regioni a sud dell’Etiopia: Bale, Gamo Gofa, Hararghe e Sidamo, dove è chiamato Dakara, in lingua oromo. La resina che produce, d’ottima qualità, può essere nera o bianca, ed è prodotta per essudazione spontanea dalle ferite della pianta; serve per il trattamento delle forme di asma, per gli stati infiammatori generali, ottimo antireumatico e contro la depressione.
    Fragranza: fresco e legnoso.
  • Messer  (Boswellia papyrifera)Incenso in grani di misura molto piccola, il suo nome proviene dalla lingua Etiope (amaica) è significa “lenticchie”. Proviene dagli altopiani del Tigray, regione a nord dell’Etiopia, confinante con l’Eritrea, ad un’altitudine di circa 2000 metri. Nella medicina tradizionale le sue fumigazioni sono impiegate come antipiretico. Se masticato, è ottimo per  combattere le infezioni del cavo orale.
    Fragranza: agrumi, cedro
  • Mirra (Commyphora myrrha)La mirra, da sempre utilizzata nelle cerimonie religiose e  famosa fin dall’antichità per le sue proprietà antisettiche ed antibatteriche, trae il suo nome dall’arabo “murr”, che significa amaro. E’ prodotta spontaneamente dalle ferite della corteccia della pianta Commyphora, presente nei bassopiani a sud-est dell’Etiopia, tra i 250 e i 1300 mt s.l.m.. Allontana le zanzare e purifica gli ambienti. Nella medicina tradizionale è impiegata come rimedio contro le affezioni delle vie respiratorie e come antisettico del cavo orale.
    Fragranza: dolciastro, leggermente amaro
  • Opopanax (Commiphora guidottii)Chiamata anche mirra profumata, questa resina nasce nei caldi bassopiani a sud dell’Etiopia, (Sidamo e Bale), tra i 250 e i 400 mt s.l.m. E’ prodotta spontaneamente dalle ferite sulla corteccia di questa pianta, le cui dimensioni possono variare dal cespuglio, all’albero di medio fusto. Nella medicina tradizionale etiope è usato per le sue proprietà antisettiche (in particolare contro le infezioni intestinali), antispasmodiche (rilassante) ed antiinfiammatorie.
    Fragranza: dolce, fruttato, sottobosco.Le resine aromatiche da noi proposte sono pure, non sono trattate in alcun modo e il profumo che emanano, sciolte sopra una fonte di calore (come un carboncino per incenso, oppure sopra un diffusore per olii essenziali, con la candelina sotto), è la risultanza della varietà di sostanze aromatiche presenti in ciascuna resina.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • settembre: 2017
    L M M G V S D
    « Nov    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: